Marketing integrated communication ed impresa, uno sguardo più da vicino

Osservando il modo in cui il mondo della comunicazione è cambiato nel corso degli ultimi anni ci si accorge che ormai gli scenari comunicativi sono stravolti rispetto ad un tempo e ciò che in passato era importante oggi può essere considerato marginale o “di supporto”. Sostanzialmente il concetto di “marketing communication” era legato ad un ragionamento del tipo “Vieni e comprami” ed il consumatore era posizionato al centro delle strategie d’impresa.

Oggi, è possibile parlare di marketing integrated communication, ossia una comunicazione integrata di marketing che prende in considerazione non soltanto il target di riferimento, ma soprattutto tutti gli stakeholders che in un modo o nell’altro possono influenzare i meccanismi che regolano il funzionamento dell’impresa. Attraverso la marketing integrated communication, le imprese devono svolgere attività di comunicazione dunque nei confronti di:

Shareholders: o meglio i soggetti che finanziano l’impresa, come gli azionisti delle società per azioni. La comunicazione nei confronti degli shareholders è un aspetto particolarmente importante dal momento che, soprattutto in periodi di crisi, le imprese devono poter recepire sul mercato le risorse finanziarie necessarie per il loro funzionamento ed un modo per accrescere la propria consapevolezza e la propria reputazione è proprio la comunicazione. Le imprese utilizzano alcuni strumenti come i roadshows o le attività di comunicazione finanziaria per accrescere la percezione del proprio valore agli occhi degli analisti

Target/Consumatori: costituiscono da sempre il punto di riferimento finale della comunicazione, ma bisogna considerare che l’attività si riferisce tanto al B2B quanto al B2C

Dipendenti: un aspetto che spesso non viene considerato è l’importanza della comunicazione nei confronti dei dipendenti dell’impresa. I dipendenti rappresentano un elemento di scambio tra l’interno e l’esterno dell’impresa; infatti, gli eventuali disagi, le eventuali discriminazioni o in genere tutti gli eventuali problemi che i dipendenti son costretti a fronteggiare all’interno dell’impresa possono facilmente essere trasferiti all’esterno, generando una considerevole perdita d’immagine per l’impresa stessa. Diventa perciò necessario fare particolare attenzione ai dipendenti e comunicare verso questi ultimi cercando di accrescerne le responsabilità e migliorandone le condizioni lavorative. Le imprese ad esempio possono istituire una sorta di sportello per la ricezione di consigli utili da parte dei dipendenti, e dunque un modo per ottenere informazioni preziose ed allo stesso tempo dare importanza alle considerazione della propria forza lavoro. Un altro modo può essere quello di premiare il miglior lavoratore del mese, e così via

Partners: tra i partners figurano ad esempio i fornitori o i partner di altro tipo. Nella maggior parte dei mercati moderni caratterizzati da condizioni competitive di eccesso di offerta si tende a concentrare il numero di fornitori e stabilire rapporti più o meno duraturi con pochi grandi fornitori. Per migliorare la qualità di tali rapporti può essere necessario dotare i partner dell’importanza che meritano, magari fornendo loro la possibilità di collaborare o di svolgere congiuntamente alcune operazioni lungo la catena del valore. La necessità di comunicare nei confronti dei partner specifica nel migliore dei modi che oggi “comunicare” non significa semplicemente presentare all’esterno le capacità dell’impresa, ma piuttosto anche intrattenere una serie di rapporti duraturi con soggetti esterni che possono rappresentare la chiave vincente in un contesto competitivo

Catena distributiva: l’attività di comunicazione deve essere allargata alla catena distributiva dell’impresa, la quale deve essere sempre pronta a soddisfare le esigenze del produttore

Istituzioni: oggi più che mai, è importante considerare l’ambiente istituzionale esterno non soltanto per il funzionamento dell’impresa, ma per il funzionamento di tutta l’industria in cui l’impresa opera. La comunicazione nei confronti delle istituzioni quali comuni, associazioni di categoria, sindacati, province e così via permette alle imprese di migliorare la propria immagine; le imprese che riescono a dimostrare dunque di poter creare nuovi posti di lavoro, rivalorizzare il territorio o comunque in generale di fondare le proprie strategie su importanti valori sociali, riescono a godere di una maggiore reputazione

In conclusione dunque, la marketing integrated communication rappresenta un’evoluzione naturale della marketing communication e le imprese devono considerare tale evoluzione per poter essere realmente competitive.

Categoria: Comunicazione

Inserisci un commento